SEZIONI NOTIZIE

Brindisi, un buon punto e un segnale importante

di Giuseppe Andriani
Vedi letture
Foto

Un buon punto e un segnale importante. Un pareggio a Nocera Inferiore, in questa situazione, va apprezzato. Nonostante gli evidenti limiti messi in mostra dai padroni di casa, a tratti volitivi, a tratti molto pasticcioni anche nei fondamentali. Un Brindisi ben messo in campo, equilibrato, ha rischiato poco. E di questi tempi non è mica un qualcosa di scontato. Un pareggio giusto, tutto sommato, anche se ai punti avrebbe vinto la squadra di Ciullo. Ma ai punti, nel calcio, non vince nessuno. Altrimenti sarebbe basket. E allora capita che la partita finisca a reti bianche, con D'Ancora fermato all'incrocio...dei pali. Nel complesso un punto che fa morale, che serve a cancellare immediatamente il derby perso contro il Taranto, muove la classifica e dà una tranquillità di fondo che sembrava un miracolo. Almeno per quello che si vede sul campo. Un punto da cui trarre diverse indicazioni, diversi segnali: Boccadamo, così, è da Serie C; Ancora è tanto leader quanto uno dei pochi capaci di fare la differenza; la mediana regge bene; Capone non ha fatto rimpiangere la saggia scelta di non rischiare il diffidato Fruci. E poi, anzi: e soprattutto un segnale dalla panchina. Non è subentrato nessuno: undici calciatori hanno iniziato la partita e in undici l'hanno terminata. Perché? Perché cambiare un under del 2000 sarebbe un'impresa, perché la panchina è corta, e pur avendo fuori gente come Zappacosta o Merito, Ciullo avrebbe dovuto cambiare troppo. E non se l'è sentita, come ha ammesso. Un buon punto e un segnale importante: perché il Brindisi con un paio di innesti e con la capacità di accelerare al momento giusto, anche grazie a forze fresche e a qualche punto di riferimento in meno per gli avversari, probabilmente avrebbe vinto. Probabilmente. 

Altre notizie
Venerdì 17 Gennaio 2020
21:30 ALTRE NOTIZIE Le notizie più importanti della giornata su TCP 20:45 ECCELLENZA&PROMOZIONE Fortis Altamura, Di Cosmo è carico: "Distanti dalle posizioni che ci competono, ma ne usciremo" 20:00 T. ALTAMURA Team Altamura, Guadalupi è imprescindibile: le sue reti tengono a galla i murgiani 19:45 MONOPOLI Monopoli, il saluto di Ferrara: "Sono cresciuto tanto, ringrazio tutti" 19:30 CERIGNOLA Audace Cerignola, Feola: “Contenti per il ricorso vinto, ma ora pensiamo al Grumentum” 19:10 MONOPOLI TCP - Monopoli, per il centrocampo spunta l'idea Trovade: duello con la Virtus Verona 19:00 LECCE Serie A - Stabiliti date e orari dalla 23^ alla 30^giornata: ecco gli impegni del Lecce 18:30 ECCELLENZA&PROMOZIONE INTERVISTA - Corato, Pizzulli: "Distanza dal Molfetta colmabile, ma serve concretezza. Credo nella D" 18:21 BARI TCP - Bari, si sblocca Maita: i dettagli dell'operazione con formula 18:00 SERIE C Taranto, l’ex obiettivo Petta resta in Serie C: è a un passo dalla Casertana 17:30 LECCE Lecce, Rossettini: "Possiamo uscire da questo momento. Con l'Inter gara difficilissima" 17:00 FOGGIA Foggia, piace un esterno under dell’Avellino 16:30 CERIGNOLA Grumentum-Cerignola, 200 biglietti a disposizione dei gialloblù: tutte le info 16:00 LECCE Lecce, Acquah pronto a lasciare la Turchia. Arriva in prestito con diritto di riscatto 15:48 SERIE D UFFICIALE - Brindisi-Casarano, agibile solo la tribuna del "Fanuzzi" 15:30 NARDÒ INTERVISTA - Nardò, Stranieri: "Buon momento, le sconfitte iniziali ci hanno fatto maturare" 14:45 MONOPOLI Monopoli, Ferrara in uscita: va in prestito alla Sicula Leonzio 14:35 LECCE UFFICIALE - Lecce, ceduto Dubickas in prestito al Gubbio 14:18 MONOPOLI UFFICIALE - Monopoli, Milli rientra al Lecce 14:00 BITONTO INTERVISTA - Bitonto, Colella: "Lavoriamo duramente per rimanere in vetta. Il gruppo il nostro segreto"