SEZIONI NOTIZIE

Favorita o no? Bari, un tour de force ti impegna a scoprire chi sei

di Ivan Cardia
Vedi letture
Foto

Ok, fin qui abbiamo scherzato. Quasi. Non proprio, perché l'avvio di stagione del Bari è stato tutto fuorché uno scherzo: Cornacchini esonerato con qualche mese di ritardo, Vivarini chiamato a cambiare rotta in un amen. E fin qui ci è riuscito: della capacità del nuovo tecnico di inserirsi in un ambiente complicato, in un momento complicato, con grande sagacia, umana prima ancora che tattica o tecnica, abbiamo già scritto. L'aria che si respira al San Nicola è diversa: c'è chi è rigenerato (un nome su tutti? Costa, sembra un altro giocatore) e chi semplicemente non è più un desaparecido (Simeri, per esempio). E i biancorossi, senza tornare sul recente passato, se la godono. Perché a inizio stagione basta poco per tornare in corsa, e in un attimo recuperi il terreno perso. 

<b>Il problema è che tutto passa dal mese di ottobre.</b> Domenica c'è la Ternana, e ha ragione un grande ex come Marino Defendi quando dice che è una partita che non ti aspetti in Serie C. Aggiungiamo: che con la Serie C c'entra davvero poco. Ma tant'è, Galletti e Fere si sfidano a distanza siderale dalla propria storia. Il problema del Bari è che la Ternana di tempo non ne ha perso: in questo momento è per distacco la squadra più in forma di un girone che non ha un vero e proprio padrone, ma lo aspetta con ansia. E il big match, in pochi forse lo avrebbero pronosticato, è big soprattutto perché lì davanti c'è la squadra rossoverde, mentre il Bari magari non annaspa più, ma è pur sempre ancora sesto. 

Poi ci sarà l'Avellino e, per quanto gli irpini siano ancora più lontani dalla rinascita, è praticamente impossibile non considerare la sfida più sentita (dopo il Lecce, ok, ma meglio non pensarci ora) dal pubblico barese. Dopo i campani, ecco in rapida successione Catanzaro e Catania. Cioè una delle squadre meglio attrezzate per arrivare fino in fondo, e poi gli etnei, al momento l'altra (grande o piccola fate voi) delusione della stagione. Quattro gare in quattordici giorni, ognuna più complicata dell'altra, che sia per il valore tecnico dell'avversario o per l'emozione che determinate sfide portano con sé. Non sarà un periodo qualsiasi: l'abbiamo detto, a Bari si è tornati a sorridere. La classifica può essere sistemata, e in ultima analisi i Galletti hanno una rosa senza rivali, nel girone se non nella categoria. Ma da queste quattro partite ci sarà la prima risposta: dove può arrivare davvero questa vecchia stella del sud?


Altre notizie
Martedì 15 Ottobre 2019
00:00 IL COMMENTO Per il Bisceglie una brutta sconfitta e un calendario poco clemente alle porte. Ma processare l'allenatore non serve
Lunedì 14 Ottobre 2019
21:00 BARI UFFICIALE - Bari, l'ex Gautieri riparte dalla C: è il nuovo tecnico della Triestina 20:15 BISCEGLIE Viterbese, Lopez: "Contro il Bisceglie dominata la partita nella ripresa" 19:30 FOGGIA Foggia, volto nuovo per la difesa? Occhi puntati sull'ex Bari Borghese 18:45 BARI Bari, Hamlili: "Il gol? Appena ho visto lo spazio, ho pensato subito al tiro" 17:30 ECCELLENZA&PROMOZIONE Il punto - Promozione/B: Trio in vetta, Novoli e Sava distanziate di una lunghezza 17:00 ECCELLENZA&PROMOZIONE Il punto - Promozione/A: In vetta è già un monologo, Bitritto terzo in classifica 16:30 ECCELLENZA&PROMOZIONE Il punto - Martina, primato in solitaria. Tris di compagini alle spalle dei biancazzurri 16:00 FRANCAVILLA Virtus Francavilla, presente e... futuro: sabato il debutto di un classe 2004 con la Berretti 15:45 SERIE D Il punto - Serie D/H: Guida il Fasano, ma regna l'equilibrio. Nardò in difficoltà 15:38 BARI Bari, Bia: "Sabbione ha una scommessa con Scala per i gol. Floriano contento di Vivarini" 15:00 TARANTO Taranto, il retroscena: Bitetto ha assistito alla sfida con la Team Altamura 14:15 FASANO Fasano, il sogno continua: vetta solitaria. Laterza: "Importante sbloccare subito il match" 13:30 CASARANO Casarano, Giacomarro: “Importante aver raccolto un risultato positivo, peccato per gli episodi” 12:45 TARANTO Taranto, tre punti d'oro per la classifica...ma quanta sofferenza 12:00 GRAVINA Gravina, Loseto: "Nessuna scusa, abbiamo sbagliato la partita" 11:30 CASARANO Casarano, De Candia: "Abbiamo creato tanto, ma senza concretizzare" 10:45 CERIGNOLA A. Cerignola, Potenza: "Sono sereno, la squadra crea azioni pericolose" 10:00 BITONTO Bitonto, Anaclerio: "Pareggio importante, ma avremmo potuto osare" 09:15 ANDRIA F. Andria, Favarin: "Sono contento, approccio alla gara positivo"